Progetto di ricerca in una communità Quilombola

Quilombola Lajedão di Matteo in Bahia Brasile

Quilombola-2-e1430225915230La Fondazione dryGrow sta lavorando con FINATEC – Scientific and Technological Enterprises Foundation, con la Professoressa Suzi Huff Theodoro presso l’Università di Brasilia, Remineralize The Earth (ONG) per la ricerca sulla redditività e l’idoneità della rimineralizzazione dei terreni agricoli, in ambito agroforestale, nelle piantaggioni di cactus per foraggio nella comunità Quilombola Lajedão di Matteo a Bahia, nel Brasile settentrionale.

Il progetto sarà realizzato nella comunità Quilombola Lajedão di Matteo, che si trova nella città di Golden America, Bahia. Questa regione soffre di mancanza di precipitazioni, con lunghi periodi di siccità.

Considerando la pioggia irregolare, l’acqua è diventata una risorsa litigata nella regione e può essere ottenuta da due fonti: l’acqua piovana pompata dai bacini dei fiumi Rio Verde e Alligators, o accumulata nella falda di substrato calcareo.

Le comunità di Quilombos rappresentano una eredità del processo di colonizzazione che ha avuto luogo in Brasile per più di tre secoli. Le Comunità Quilombo erano una delle forme più importanti e vigorose di opposizione al sistema schiavista che durò in Brasile durante il periodo coloniale fino alla fondazione della repubblica.

Quilombola

Ci sono centinaia di comunità Quilombola in Brasile, soprattutto negli stati del Bahia e Maranhão. Vivono per lo più in comunità isolate che consentono loro di mantenere le tradizioni afro-brasiliane.

Offrire loro tecnologie alternative per l’agricoltura è essenziale per migliorare la sicurezza alimentare, aumentare il benessere e alleviare la povertà.

L’obiettivo del progetto che ha tre componenti

rimineralizzare terreni per coltivare cibo nutriente e sano, creare una fattoria agroforestale per la produzione di energia cibo e reddito, e di piantare Opuntia ficus-indica per produrre foraggio per gli animali.

Cerchiamo di promuovere, in modo sostenibile, la produzione agricola, la conservazione dell’ambiente e di creare opportunità di lavoro e di reddito per gli agricoltori. Il progetto si avvarrà di tecniche di rimineralizzazione, implementare un sistema agroforestale e di introdurre cactus per il foraggiamento degli animali.