La desertificazione del suolo nel semi-arido

La desertificazione del suolo nel semi-arido

 

Si stima che un terzo della superficie terrestre è arida e che la metà di questa è semi-arido.

I valori delle precipitazioni medie, che caratterizzano queste aree del pianeta, fanno riferimento a 350 millimetri all'anno nelle zone aride e a 700 millimetri nelle regioni semi-aride.
Nelle regioni in cui sono insufficienti le precipitazioni, vi è l’impossibilità di garantire mezzi di sussistenza sostenibili per gli agricoltori. Pertanto, nelle regioni semi-aride i raccolti sono irregolari, di conseguenza può essere difficile per le comunità prosperare in queste condizioni avverse. Le siccità lunghe riducono i raccolti e le scarse risorse idriche ne diminuiscono le rese.

La desertificazione in continua espansione sta inasprendo le condizioni gli areali asciutti e può essere descritta come terra-degrado, che deriva da cambiamenti climatici e attività umane irrazionali. Diversi fattori combinati causano la desertificazione, oltre ai cambiamenti climatici, sono da annoverare i pascoli, le lavorazioni meccaniche del terreno incaute e la deforestazione.

La desertificazione sta avendo un effetto devastante sulle comunità delle regioni aride; il terreno si depaupera dei suoi componenti nutritivi, la disponibilità di acqua diminuisce e le riserve degli alimenti si esauriscono. In questo modo le famiglie non possono sostentarsi in modo esclusivo con le produzioni agricole e con l'allevamento, in questo modo le comunità rischiano le emigrazioni o la scomparsa, conseguenza non secondaria l'abbandono di enormi territori.

Aiutiamo le comunità, gli agricoltori e le famiglie nelle regioni semi-aride a trovare nuovi modi sostenibili di raccolta e di alimentazione del bestiame.